Il debitore incapiente: 1- non deve aver cagionato colpevolmente o in malafede o in frode, la situazione di sovraindebitamento; 2- non deve aver riportato condanna con sentenza passata in giudicato per bancarotta fraudolenta o per delitti contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio, o altri delitti compiuti in connessione con l’esercizio dell’attivita’ d’impresa, salvo che per essi sia intervenuta la riabilitazione; 3- non deve aver distratto attivo o esposto passivita’ insussistenti, cagionato o aggravato il dissesto rendendo gravemente difficoltosa la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari o fatto ricorso abusivo al credito; 4- non deve aver ostacolato o rallentato lo svolgimento della procedura e deve fornire agli organi ad essa preposti tutte le informazioni utili e i documenti necessari per il suo buon andamento; 5- non abbia beneficiato di altra esdebitazione nei cinque anni precedenti la scadenza del termine per l’esdebitazione e non abbia gia’ beneficiato dell’esdebitazione per due volte;